Su coccoi

Il coccoi è un pane tradizionale sardo, sicuramente il più bello e pregiato, perché lavorato pazientemente e decorato con intagli particolari: anticamente era preparato in occasione delle feste o ricorrenze importanti come i matrimoni (Coccoi de is sposus), ma oggi si trova tutti i giorni dal fornaio ma si continua a preparare in casa per le occasioni speciali come ad esempio a Pasqua (Coccoieddu cun s’ou – Coccoietti con l’uovo). Il Coccoi si presenta come un pane a pasta dura, con una crosta dorata e croccante e dalla mollica soffice ma compatta e un gusto inconfondibile. Anche nella sua forma più semplice e quotidiana è inconfondibile e divertente, con le sue punte croccanti da strappare una dopo l’altra.

A seconda della forma che gli si da in fase di decorazione assume un nome diverso, per esempio “Bai e torra” che è quasi liscio  o  “Sa prezzida” a due pieghe sembra quasi sia diviso in due parti o ancora “Su coccoi a folla” “Coccoi a pizzi”, Insomma il nome varia al variare della forma e disposizione dei pizzi “Su pizzicorru”.
E’ fatto con sola semola di grano duro, quella fine, acqua tiepida salata e su “framentu” (il frammento di pasta fermentata conservato dalla precedente panificazione): è impastato a lungo e con energia e successivamente cilindrato così da passare dal colore giallo, caratteristico della semola, a un bianco quasi candido.

 

Torna alle gastronomie sarde

Torna alla home

 

it_ITItalian
en_GBEnglish it_ITItalian