Pistoccheddus

I pistoccheddus de cappa sono dei biscotti tipici della tradizione sarda, si preparano soprattutto in occasione della Pasqua e altre ricorrenze. Sono dei biscotti semplici preparati solo con farina, uova e poco burro (nella ricetta originale si usa lo strutto): questi deliziosi dolci sardi vengono ricoperti con una glassa bianca di albume e zucchero e decorati con palline colorate. Per il loro aspetto così elegante e decorato sono spesso presenti tra i dolce da cerimonia.

 

Ingredienti:


Per i Pistoccheddus:

  • 6 uova intere e 6 tuorli
  • 350 g di farina di grano duro
  • 350 g di farina 00
  • 40 g di strutto di suino
  • scorza di un limone

Per la glassa:

  • 400 g di zucchero
  • 6 albumi d’uovo
  • succo di un limone

Ricetta:

  • In un recipiente versare le farine e disporre la miscela a fontana, dopodiché aggiungere le uova (6 intere e 6 tuorli): lavorare bene l’impasto per incorporare le uova. Unire lo strutto e la scorza di limone grattugiata finemente. Lavorare l’impasto sino ad ottenere un composto omogeneo e privo di grumi.
  • Quando la pasta risulta ben lavorata, si ritagliano con le dita dei tocchetti delle dimensioni di una grossa noceprendere e,con le mani, si modellano dando la forma che si desidera ottenere: si possono creare anelli, delle S, animaletti, cuori ecc. Se si vogliono creare delle frange ci si può aiutare con le forbici o un coltellino.
  • Una volta modellati, posizionare i Pistoccheddus in una teglia imburrata e spolverata con della farina, oppure foderata con della carta per forno e cuocere in forno caldo a 180°C per circa 15-20 minuti. In linea generale i Pistoccheddus sono cotti quando raggiungo una doratura intensa. Ad ogni modo per verificare la cottura basta prendere un Pisticcheddu e aprirlo a metà, se l’interno risulta asciutto la cottura è perfetta.
  • Una volta raffreddati, i Pistoccheddus si possono decorare.
    In un contenitore montare a neve gli albumi e aggiungere gradatamente lo zucchero e il succo di limone. Lavorare bene sino a raggiungere la compattezza e il caratteristico colore bianco perlato.
  • Spalmare rapidamente la glassa sui Pistoccheddus, con l’ausilio di un pennello per dolci o un cucchiaino, cercando di ricoprirli completamente.
    Completare la decorazione con palline colorate (tragera) o carta dorata per dolci.
    Posizionare di nuovo i Pistoccheddus su una teglia e infornare a 50 °C per pochi minuti, il tempo necessario per far asciugare e indurire bene la glassa, che deve mantenersi bianca e compatta.

Torna a gastronomie sarde

Torna alla home

it_ITItalian
en_GBEnglish it_ITItalian