ISPRA, AIPAI, ANIM, ASSOMINERARIA e G&T, con il Patrocinio del Consiglio Nazionale dei Geologi e dei Servizi Geologici Nazionale Europei (EuroGeoSurveys) promuovono anche quest’anno, il 29 e 30 maggio, la XIII Giornata Nazionale delle Miniere con un ricco calendario sul territorio nazionale, con l’obiettivo di favorire la fruizione del patrimonio minerario e geologico.

Il Comune di Guspini aderisce anche quest’anno con un evento culturale che intende ricordare un capitolo importante della storia mineraria, a 150 anni dalla tragedia del Cantiere Azuni. Erano infatti le 18.30 del 4 maggio del 1871 quando nel cantiere Azuni delle Miniere di Montevecchio morirono seppellite vive da un crollo 11 cernitrici, molte delle quali poco più che bambine. L’inchiesta allora si concluse con la piena assoluzione dei dirigenti e  al “fato” fu data la responsabilità dell’incidente.

L’iniziativa, programmata con le Associazioni culturali degli ex Minatori “Sa Mena”, X Conoscere X Fare e Filodrammatica guspinese di Guspini con la collaborazione della Proloco, si svolgerà sabato 29 maggio a partire dalle ore 17.30 tra il borgo di Montevecchio e il Cantiere Azuni attraverso una serie di interventi mirati a ricostruire i fatti storici, intermezzi musicali del polistrumentista Nicola Agus e teatrali tratti da “Contus de Mena” di Iride Peis, a cura della Filodrammatica guspinese.

Di seguito il programma dettagliato.

SABATO 29 MAGGIO Ore 17.30

Piazzale Rolandi – borgo di Montevecchio

Ritrovo e partenza per il Cantiere Azuni

Ore 18

Cantiere Azuni

– Saluti istituzionali

-Organizzazione del lavoro e testimonianze di vita nel Cantiere Azuni, a cura delle associazioni Sa Mena e XConoscereXFare

– Ricostruzione storica di una tragedia dimenticata, a cura di Iride Peis

– Rappresentazioni teatrali tratte da “Contus de Mena”, a cura della Filodrammatica guspinese

Intrattenimento musicale

Nicola Agus (polistrumentista e compositore)

DOMENICA 30 MAGGIO

Ore 19

Canale Youtube “GuspiniTV”

Proiezione del documentario “Andavamo a piedi nudi” (Regia di Lucia Argiolas, 1999)