Pro Loco Guspini

Guspini

Basalti colonnariSi trova ad una altitudine di 137 m. e si sviluppa su un territorio di 174 kmq. Conta circa 13.000 abitanti. E' sede della XVIII Comunità Montana Monte Linas. La sua economia è basata su piccola e media impresa, terziario e artigianato, agricoltura e allevamento. Funge da tappa obbligatoria per chi intende raggiungere il paesaggio ancora incontaminato della Costa Verde, distante poco meno di 30 Km.

All'interno dello stesso paese di Guspini è possibile ammirare alcune chiese e gli straordinari Basalti Colonnari. Si tratta di una rarissima formazione geologica, cioè di un condotto vulcanico risalente al Pliocene somigliante a canne d'organo. Chiesa di San NicolòIn Italia ne esistono di simili solo in Veneto nelle Eolie e in Sicilia, in Europa soltanto in Islanda e in Groelandia e nel mondo in Patagonia e in India. La loro formazione si spiega pensando ad un raffredamento e ad un consolidamento molto veloce del magma, che ha determinato una perfetta fessurizzazione verticale, in forma di colonne prismatiche, disposte a raggiera e alte fino a 20 metri.

 

Chiesa di San Nicolo', lo stile è gotico aragonese, del 1625. Conserva, nella facciata quadrangolare, un bellissimo rosone gotico, e al suo interno un altere ligneo del XVIII secolo, un Cristo ligneo del 1634, un coro in noce e una campagna bronzea con gli stemmi di Aragona e del Giudicato di Arborea.

 

Chiesa di Santa MariaChiesa di Santa Maria di Malta di probabile impianto bizantino, ma di notevolmente trasformata, la bella chiesetta romanica dedicata all'Assunta viene datata al 1200. In suo onore si svolge una grande sagra per ferragosto e per tutto il mese viene recitato e cantato il rosario in dialetto sardo. La chiesetta era legata ad un monastero, oggi scomparso, forse fondato da eremiti che vissero in quei luoghi, ricchi di acque sorgive, ritenute miracolose. L'interno presenta una serie di 10 arcate e una copertura realizzata con travi di legno. MontegranaticoPresso l'abside è visibile una decorazione a foglie e una acquasantiera in trachite. La facciata conserva ancora il sopracciglio del portale, che è andato distrutto. La chiesa apparteneva all'ordine cavalleresco dei Cavalieri di Malta.

 

Montegranatico importante monumento del XV secolo, all'interno del quartiere medioevale del paese. Si tratta di un Mastio tardo medioevale, di impianto aragonese, che faceva pare di un complesso più articolato, successivamente trasformato in una chiesa in onore di San Sebastiano, come ringraziamento per aver liberato il paese dalla pestilenza. In seguito, quella struttura fu utilizzata per lo stoccaggio del grano.

 

 

Associazione Turistica Pro Loco - Via San Nicolo' - 09036 Guspini (Cagliari) - Sardegna

@eon