Il 27 gennaio ricorre il giorno della memoria, Guspini lo celebra con le parole di Sandro Pertini stampate in 15 grandi poster sui muri della cittadina: “Dietro ogni articolo della Carta Costituzionale stanno centinaia di giovani morti nella Resistenza.  Quindi la Repubblica è una conquista nostra e dobbiamo difenderla, costi quel che costi. […] In questo senso la Resistenza continua.

Il Giorno della Memoria è una ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno come giornata per commemorare le vittime dell’Olocausto. È stato così designato dalla risoluzione 60/7 dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite del 1º novembre 2005, durante la 42ª riunione plenaria. La risoluzione fu preceduta da una sessione speciale tenuta il 24 gennaio 2005 durante la quale l’Assemblea generale delle Nazioni Unite celebrò il sessantesimo anniversario della liberazione dei campi di concentramento nazisti e la fine dell’Olocausto.

Si è stabilito di celebrare il Giorno della Memoria ogni 27 gennaio perché in quel giorno del 1945 le truppe dell’Armata Rossa, impegnate nella offensiva Vistola-Oder in direzione della Germania, liberarono il campo di concentramento di Auschwitz.